giovedì 11 luglio 2013

importanti novità nella gestione dei gTLD

Stanno per entrare in vigore alcune importanti novità nella gestione dei domini gTLD (Generic Top Level Domains: ovvero i .com, .net, .org, .info, .biz, .name e .us)

Cambiano in particolare un po' di aspetti relativi al rinnovo di tali domini, e vengono introdotte alcune novità tese a rendere più trasparente al Registrante la gestione del rinnovo del proprio dominio.


  • sul sito internet su cui viene effettuata la registrazione del dominio, deve essere esposto non solo il costo di registrazione, ma anche i relativi costi di rinnovo: sia pre-scadenza, sia in grace-period (se differente), sia in redemption.
    In caso di variazioni del prezzo, lo stesso dovrà esser riportato sul sito.

    DomainRegister.it ha sempre reso disponibili queste informazioni sul proprio sito; in particolare, siamo tra i pochissimi ad aver sempre pubblicato, con la massima trasparenza, il costo di redemption di un dominio.Quindi, da parte nostra su questo nessuna novità; tuttavia tale obbligo adesso si estende adesso anche ai rivenditori, che quindi dovranno rendere disponibile sul proprio sito il listino completo.
  • E' richiesto che al registrante, a cura del Registrar, prima della scadenza vengano inviate almeno due email-promemoria che lo avvertano della prossima scadenza del dominio
    Queste email si sommano a quelle che noi già inviamo ai titolari del servizio (e quindi non necessariamente al registrante).
    Comprendiamo che qui si tocca un tasto molto delicato quando il dominio è gestito da un rivenditore, in quanto si apre un canale di comunicazione diretto tra noi ed il cliente del rivenditore. Ovviamente però non c'è nessuna volontà né interesse da parte nostra a scavalcare il rivenditore.
    Quindi, queste email (che avranno come mittente apparente info@domainregister.it) avranno un testo molto generico, che ricorderà al registrante la prossima scadenza del proprio dominio e lo consiglieranno ad attivarsi per il relativo rinnovo.
    I registranti che dovessero contattarci rispondendo a tale email, e scavalcando quindi il proprio rivenditore, da parte nostra otterranno solo informazioni generiche e l'invito a rivolgersi al proprio rivenditore per effettuare il rinnovo.
  • La durata massima del grace-period per i gTLD viene ridotta dagli attuali 40 a 36 giorni 

E' bene sottolineare che queste nuove norme sono introdotte direttamente da ICANN e quindi sono obbligatorie per qualsiasi operatore (anche se, probabilmente, per inerzia o ignoranza qualcuno ometterà di adeguarvisi).
Inoltre, entreranno ufficialmente in vigore il prossimo 8 agosto.


Per ogni domanda o chiarimento: scrivete un commento, oppure mandate un'email a info@domainregister.it