martedì 26 marzo 2013

nuova modalità di pagamento con Paypal

Paypal è un sistema di pagamento comodo, utilizzato da molti nostri utenti.
E' flessibile, è sicuro, non obbliga a possedere necessariamente una carta di credito...
Ma un difetto ce l'ha: in proporzione alle altre forme di pagamento (carta di credito, bonifico) è molto più costoso, con delle commissioni molto elevate soprattutto nel caso (che per noi è il più frequente) di micro-pagamenti di pochi euro.
Anche se di questo chi lo usa spesso non se ne accorge, perché i costi vengono sempre sostenuti integralmente dal venditore.

Abbiamo deciso di essere il più competitivi possibile nella nostra politica commerciale, offrendo i nostri servizi ai migliori prezzi. Tuttavia abbiamo rilevato che le commissioni di pagamento Paypal finiscono per incidere pesantemente sui costi globali, riducendo quindi la competitività della nostra offerta, a detrimento anche di chi Paypal non lo usa.

Però anche eliminare la possibilità di utilizzare Paypal non sarebbe stato giusto.

Abbiamo quindi introdotto un nuovo meccanismo di pagamento, per cui l'utente potrà scegliere sempre tra tutte le forme di pagamento, compreso Paypal; ma, nel caso di pagamento con Paypal, vi sarà un ulteriore addebito a titolo di "spese di incasso".

Alcune note:

  • un popup avvertirà, prima dell'ordine, l'importo esatto delle spese di incasso che verranno addebitate. L'utente potrà valutare e, nel caso, scegliere un'altra forma di pagamento
  • per le altre forme di pagamento (carta di credito, bonifico, credito) non vi è l'addebito di nessuna commissione
  • l'importo addebitato all'utente è esattamente lo stesso delle commissioni addebitateci per quella certa transazione, maggiorato solo dell'IVA di legge
  • le spese di incasso verranno regolarmente riportate in fattura

Un suggerimento che, anche nel pagamento con Paypal, permette di ridurre le relative commissioni:

La commissione è determinata da un importo fisso di € 0,35 (indipendente dall'importo totale del pagamento) e da una percentuale dell'importo del pagamento.
Facendo separatamente il pagamento di due o più ordini, per ognuno vi sarà l'addebito della commissione fissa di € 0,35, oltre alla percentuale sul totale.
Se invece per due o più ordini si effettuerà un pagamento unico, allora verrà addebitata un'unica commissione  di € 0,35 per tutti gli ordini (oltre alla percentuale sul totale), permettendo quindi un sensibile risparmio.
Questo accorgimento ridurrà anche il numero di fatture emesse (ovvero, verrà emessa una unica fattura complessiva per tutti gli ordini, anziché una fattura distinta per ogni ordine).

venerdì 8 marzo 2013

.org e .net: prossimo aumento dei costi di registrazione

Verisign ha recentemente annunciato che il 1 luglio 2013 aumenteranno i costi di registrazione per i domini .net

Quasi contemporaneamente simile annuncio (sempre con decorrenza 1 luglio 2013) è giunto da PIR in relazione all'aumento dei costi di registrazione per i domini .org

Non possiamo quantificare adesso con precisione l'entità dei conseguenti aumenti sul nostro listino; possiamo prevedere che saranno indicativamente di € 0,60 per i domini .net e di € 0,65 per i domini .org, e riguarderanno tutte le operazioni (nuove registrazioni, rinnovi e trasferimenti)

Questi annunci confermano la tendenza, ormai storica, per tutti i gTLD il cui costo di registrazione aumenta lentamente ma costantemente nel tempo.

Ricordiamo che per tutti i gTLD  su DomainRegister.it è possibile effettuare un rinnovo pluriennale, ed è possibile farlo anche anticipatamente rispetto alla scadenza: quindi, rinnovando anticipatamente il proprio dominio per due o più anni (fino ad un massimo di 10), lo si farà al prezzo attuale e si risparmieranno i prossimi aumenti.